Cucina tradizionale piemontese: "La frittata di lavartin"

FRITTATA DI LAVARTIN


Ciao amici,
come promesso, nel mio secondo articolo del mio post settimanale, quello, del giovedì, vi parlerò della cucina tradizionale piemontese.
Tra le più varie e raffinate del nostro paese, è anche vero che molte delle sue ricette sono d’ispirazione contadina.
Quindi chi più di me, non possa ispirarsi ad un articolo del genere.
I piemontesi, per loro natura sobri ma altresì amanti della buona tavola, hanno menù ricchi e articolati.
Ricette tipiche della cucina piemontese si possono suddividere in due categorie: quelle originate dalla tradizione nobile della corte dei Savoia, e quelle nate dalle tradizioni contadine.
Caratteristiche salienti:
L’utilizzo abbondante di burro e lardo (soprattutto, e per fortuna, nel passato), il consumo di verdure crude, l'uso del sanato (carne di vitello di pochi mesi nutrito con solo latte), la scelta dei formaggi, la presenza estesa dei tartufi, la preparazione dei grissini e l'impiego attento dell'aglio, vedi la nostra amata bagnacauda.
Oggi vorrei iniziare con una ricetta che, spero sia d'auspicio a questa nostra agognata primavera:
La frittata di lavartin.

Luvertin è il nome piemontese del luppolo selvatico. In primavera è una tradizione antichissima andare a raccoglierne le gustosissime cime per cucinare degli ottimi risotti frittate come questa oppure mangiarli da soli saltati semplicemente in padella con un po' di burro.  Ricette tipiche della cucina piemontese si possono suddividere in due categorie: quelle originate dalla tradizione nobile della corte dei Savoia, e quelle nate dalle tradizioni contadine.

INGREDIENTI per 4 persone:

UOVA N° 4


LUVERTIN (CIME DI LUPPOLO SELVATICO) 200 gr


FORMAGGIO GRATTUGIATO


SALE


PROCEDIMENTO:

In un recipiente capace sbattere le uova.
Aggiungere un cucchiaio di formaggio grattugiato, sale,  un poco di latte.
Fate bollire i Luvertin in abbondante acqua salata. Potete anche farli rosolare per una decina di minuti insieme ad un po' di cipolla tritata finemente e burro.
Aggiungere le cime di luppolo tritate alle uova.
Cuocere la frittata più semplice cuocerla in forno a 180°C per circa 25 minuti.

Commenti