Cucina piemontese "La ratatuja"

LA RATATUJA
Oggi vi presento un piatto che è caro ai Piemontesi, ma "rubato" ai vicini cugini Francesi, infatti loro lo chiamano La ratatuille, ma nui suma piemunteis...e alora...la ratatuja
Preparazione
Tagliate a fettine sottili la cipolla e l’aglio. Pulite tutte le altre verdure e tagliatele grossolanamente a pezzetti.
In una padella antiaderente mettete a riscaldare 2 cucchiai di olio d’oliva e fate cuocere le melanzane per 5 minuti. Scolatele e mettetele in un piatto al caldo.
Fate saltare le zucchine con un ulteriore cucchiaio di olio e, infine, ripetete la stessa operazione con i peperoni.
In una casseruola scaldate tre cucchiai di olio e fate rinvenire al suo interno le cipolle. Aggiungete i pomodori e, mescolando con un cucchiaio di legno aggiungete tutte le altre verdure e cuocete a fuoco vivo per altri 5 minuti.
Aggiungete anche timo, lauro, aglio, sale e pepe e, dopo aver messo il coperchio, abbassate il fuoco e cuocete per 30 minuti.
Prima di togliere dal fuoco, assaggiate tutte le verdure: se necessario prolungate la cottura di 10 minuti.

La ratatuja può essere servita calda o fredda.

Ingredienti

  • 200 gr di cipolle
  • 1 kg di zucchine
  • 600 gr di melanzane
  • 700 gr di pomodori
  • 1 peperone rosso
  • 2 peperoni gialli
  • 4/5 spicchi d’aglio
  • olio extravergine d’oliva
  • timo
  • lauro
  • sale
  • pepe

















BUN APTIT...!!!

Commenti